Archives

Novità

Gli appuntamenti di settembre

Tra lavori in corso e una ritrovata energia, ecco quali sono gli appuntamenti di settembre di Italiano della finanza.

Il vulcano Stromboli

Domenica scorsa sono tornata da Stromboli, un’isola delle Eolie il cui fascino è reso ancora più magnetico dalla presenza di iddu, il vulcano attivo che fa sentire la sua presenza in quasi ogni momento della giornata.

Se non ci siete stati, vi consiglio di iniziare a pensare a un soggiorno sull’isola.

Ma non programmate nulla.

Su un’isola circondata dal mare e dominata da un vulcano sono davvero tante le incognite che impediscono di rispettare piani, giorni e orari. A Stromboli comanda la natura. E basta.

E forse è proprio questo che la rende così attraente.

Se mi chiedete il perché di questo attaccamento all’isola, e se lo chiedete agli innumerevoli compagni di viaggio che ho conosciuto durante i miei quattro soggiorni a Stromboli, dal 2009, la prima risposta che mi viene in mente è: l’energia.

Tra cielo, terra, mare, acqua, fuoco, Stromboli ti mette a contatto con la Natura e ti consente di riscoprire la tua vera natura; quella stessa natura che, dopo mesi e mesi di chiusure e solitudini, in molti di noi avevano dimenticato.

L’idea di questo blog mi era venuta a Stromboli, l’anno scorso, proprio di questi tempi.

Anche l’idea di trasformare il blog in qualcosa di più strutturato ha iniziato a prendere forma durante i miei giorni sull’isola, ma per vederne i risultati dovrete aspettare ancora un po’.

Gli appuntamenti di Settembre

Nel frattempo, per le prossime domeniche, potrete scaricare le attività didattiche in .pdf di quattro podcast pubblicati precedentemente.

Ecco le date e gli argomenti dei prossimi articoli:

Domenica 5 settembre 2021. La lingua plastica: piuttosto che e quant’altro (livello B2/C1, Aspetti sociolinguistici, Lessico bancario, Linguaggio figurato e metaforico);

Domenica 12 settembre 2021. La Tobin Tax (livello C1, Lessico delle imposte e delle tasse, Linguaggio figurato e metaforico, Linguaggio della stampa);

Domenica 19 settembre 2021. Er Madoff alla vaccinara (livello C1, Aspetti sociolinguistici, Lessico dei reati finanziari, Linguaggio figurato e metaforico);

Domenica 26 settembre 2021. Lo spauracchio della Patrimoniale (livello C2, Aspetti sociolinguistici, Lessico degli investimenti mobiliari e immobiliari, Lessico delle imposte e delle tasse, Linguaggio figurato e metaforico).

Buon inizio di settembre a tutti.

Il punto della situazione

Italiano della Finanza è nato a ottobre 2020, e di idee ne ho sempre avute parecchie (e ne ho ancora!) e dai riscontri che mi sono arrivati ho capito che gli argomenti scelti hanno trovato un buon gradimento.

Di questo risultato sono soddisfatta, ma vorrei sentire la voce di voi lettori e ascoltatori.

Cliccando qui troverete un velocissimo (16 domande) sondaggio (anonimo) le cui risposte saranno un’indicazione importante per i prossimi contenuti.

Grazie!

La programmazione estiva

Ecco un riepilogo degli appuntamenti di LUGLIO e AGOSTO con articoli, attività didattiche da scaricare, podcast e newsletter.

Domenica 4 luglio 2021 La Svizzera e il segreto bancario (Articolo e attività didattiche in .pdf).

Mercoledì 7 luglio 2021 Un paradiso….(fiscale)! (Podcast).

Venerdì 16 luglio 2021 IL QUINDICINALE la newsletter di Italiano della Finanza. Se non vi siete ancora iscritti, fatelo qui.

Domenica 18 luglio 2021 Come si dice Whistleblower in italiano? (Articolo e attività didattiche in .pdf).

Mercoledì 21 luglio 2021 Che la pace (fiscale) sia con voi! (Podcast).

Domenica 1 agosto 2021 L’imposta di successione in Italia (Articolo e attività didattiche in .pdf).

Mercoledì 4 agosto 2021 La sfida delle Fintech in Italia (Podcast).

Domenica 22 agosto 2021 Quel caldo agosto del 2011 (Articolo e attività didattiche in .pdf).

Mercoledì 25 agosto 2021 Lo spauracchio della Patrimoniale (Podcast).

Venerdì 27 agosto 2021 IL QUINDICINALE la newsletter di Italiano della Finanza

A settembre Italiano della finanza ritorna con un po’ di novità.

A presto!

Dal Private Banking al Wealth Tech: l’importanza della pianificazione finanziaria

Dopo l’estate ci saranno alcune novità per il blog, ma abbiamo sempre bisogno dell’aiuto di chi ci legge e chi usa le nostre attività didattiche per capire se stiamo andando dalla parte giusta.

Con l’occasione, vogliamo ringraziare quanti ci hanno già scritto in questi mesi, per sostenerci e per darci qualche suggerimento utile.

Ecco un’idea per una delle prossime attività.

Aspettiamo i vostri commenti agli indirizzo info@italianodellafinanza.it oppure girrrl6@gmail.com.

The Blonde Salad: l’esordio di Chiara Ferragni nell’imprenditoria digitale

Dalla dichiarazione dei redditi 2019/2020, l’imprenditrice digitale Chiara Ferragni vanta un patrimonio di 40 milioni di euro, frutto di collaborazioni, sponsorizzazioni, e di incassi delle sue tre aziende. La pubblicità, che ricomprende anche i suoi post di Instagram, produce da sola un fatturato di 11 milioni di euro.

Photo by Giorgio Montersino – Giorgio Armani Show, Milan Fashion Week MFW 2013

Di recente Chiara Ferragni è entrata a far parte del CdA di Tod’s S.p.A., un’azienda quotata, controllata dalla famiglia Della Valle, e specializzata nella produzione di calzature, abbigliamento e accessori.

La notizia ha prodotto un balzo del 14% del titolo Tod’s a Piazza Affari.

Oltre ai riconoscimento del mondo economico e finanziario c’era già stato anche quello accademico: nel 2014, infatti, la Harvard Business School aveva reso Chiara Ferragni oggetto di studio per aver fatturato 8 milioni di euro con la sua linea di scarpe in solo 6 anni.

The Blonde Salad: l’idea vincente di Chiara Ferragni e Riccardo Pozzoli

Era il 2009 e mi trovavo a Chicago per il quadrimestre di lavoro legato ai miei studi di marketing. Mi sono reso conto che in America i blogger facevano tendenza e condizionavano moltissimo i consumi. All’epoca Chiara postava le foto dei suoi outfit su varie piattaforme social, ottenendo un grande seguito. Così ci è venuta l’idea di aprire un suo blog. Abbiamo intravisto un’occasione di business, anche se non sapevo dove ci avrebbe portato. Il primo passo è stato acquistare il dominio da un provider americano.

Sono le parole di Riccardo Pozzoli in un’intervista per il magazine Millionaire, fondatore del blog che ha lanciato insieme a Chiara Ferragni, The Blonde Salad, con un investimento iniziale di 510 dollari (“10 per il dominio, il resto per la macchina fotografica”).

Sempre nell’intervista a Millionaire, Riccardo Pozzoli racconta l’idea che c’è dietro alla nascita di The Blonde Salad, sottolineando quanto oltre all’idea siano stati fondamentali anche il team e la dedizione al 100%.

In primo luogo il nostro connubio: Chiara appassionata di moda e fotografia e io orientato al marketing e al business. Abbiamo intuito che le aziende avevano un’esigenza di visibilità a cui noi abbiamo risposto con un progetto chiavi in mano apposta per loro. Abbiamo messo insieme l’aspetto creativo con quello promozionale. La pubblicazione dei post (su moda, viaggi, lifestyle) ogni mattina alle 9 rendeva la lettura un’abitudine quotidiana. Con i primi ricavi abbiamo allargato il team. La crescita è stata graduale. Fondamentale è stata la scelta di viaggiare tanto e avere da subito un respiro internazionale.

The Blonde Salad: espandersi sul mercato senza farsi travolgere

Il progetto non ci ha messo molto a prendere il volo: a febbraio 2010 Chiara Ferragni è stata invitata per la prima volta alla Settimana della moda di Milano che ha aperto alla realtà emergente, tutta nuova, di The Blonde Salad numerose occasioni di visibilità, tra cui alcune proposte di partecipazione a programmi televisivi.

“(…) decidiamo di rifiutare le ospitate: il mondo della moda è molto snob e la tv ci avrebbe allontanati dal nostro obiettivo. A volte serve la sensibilità di capire qual è la strada giusta da seguire o da evitare”.

Riccardo Pozzoli (intervista a Millionaire)

E Chiara Ferragni e Riccardo Pozzoli la scelta giusta da seguire l’hanno sicuramente capita.

Così come hanno capito che per consolidare i risultati ottenuti ed espandersi è fondamentale cambiare, evolversi.

Con l’avvento di Instagram molti dei blog che erano popolari all’inizio degli anni Dieci sono spariti, mentre The Blonde Salad ha cavalcato l’onda di quella che all’epoca era una novità nel mondo dei social, per crescere ancora e diventare un magazine di costume.

Dalla promozione dei prodotti dell’industria della moda alla decisione di lanciare la linea di scarpe a marchio proprio, Chiara Ferragni Collection.

Tutto questo nel giro di pochissimo tempo e mettendo in pratica quelli che sono i principi cardine di un’attività imprenditoriale di successo: avere ben chiara la propria visione di come fare impresa e riuscire ad arrivare in maniera semplice e chiara a un pubblico sempre più folto.

Bitcoin, Blockchain, Nifty

Il bitcoin è una moneta elettronica nata nel 2009 e basata sulla tecnologia blockchain, ossia un registro gestito direttamente dai partecipanti di una rete.

Ogni transazione è validata dai membri della rete e non da una banca centrale.

Bitcoin Blockchain Nifty

Scorri l’articolo per ascoltare il podcast

Oltre alla decentralizzazione delle informazioni, questo sistema consente la tracciabilità e la trasparenza dei trasferimenti, e quindi la possibilità di risalire a tutta la catena di operazioni; nonché la loro immutabilità, poiché qualsiasi variazione può avvenire solo e soltanto con il consenso di tutti i membri della rete.

Ma in cosa consiste la tecnologia blockchain?

Si tratta di un grande libro mastro contenente i vari conti con relativi saldi, espressi in bitcoin. 

Chi vuole inviare del denaro a qualcuno, crea un messaggio che firmerà con una chiave crittografica che garantisce l’autenticità e l’attendibilità della transazione.

La chiave crittografica è unica, segreta, collegata alla firma del mittente e impossibile da copiare e da riutilizzare su altre transazioni.

Il movimento di denaro viene inviato a tutti i membri della rete che fanno anche da validatori, garantendone così l’autenticità.

NFT, Non-Fungible Token

L’autenticità digitale della tecnologia blockchain è ciò che ha permesso lo sviluppo dei Non-Fungible Token, meglio noti con il loro acronimo NFT, o con il nomignolo di nifty, e di cui si è sentito molto parlare, soprattutto nel mercato dell’arte.

Gli NFT sono dei contenuti digitali intangibili (intoccabili, protetti) e non replicabili: potrebbero esserci tante copie uguali, ma i non-fungible token diventano unici grazie alla certificazione blockchain.

Un esempio? Anche più di uno

I video che riprendono qualche azione particolare durante le partite dell’ NBA; il primo tweet di sempre, scritto di pugno proprio dal fondatore del noto social network cinguettante; un collage di cinquemila opere digitali, contenute in un file JPEG e battuto dalla nota casa d’aste Christie’s.

L’acquirente, che ha pagato 69,3 milioni di dollari per un file JPEG, sembra essere il proprietario del più grande fondo di NTF al mondo.

Canzoni. Video. Gif. Tweet. Opere digitali.

Chissà se i nifty si riveleranno una bolla oppure un valido supporto per la protezione del diritto d’autore?

Nell’attesa di capirlo, dobbiamo però riflettere sull’impatto ambientale che l’esistenza e il funzionamento di bitcoin, blockchain, NFT (e di tutto il mondo digitale che ci circonda e ci facilita la vita di ogni giorno) hanno sull’energia elettrica necessaria.

Perché quella non è replicabile all’infinito.

Ascolta il podcast (voce e musica di Marco Chiappini)

Buona Pasqua!

Ci vediamo mercoledì 7 aprile con in consueto appuntamento del podcast.

I prossimi appuntamenti

Guarda il video per conoscere i prossimi appuntamenti.

Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter!

Buone Feste!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi