Gucci: a mani vuote

DISPONIBILE in forma LIBERA tutto l’articolo e le attività didattiche per gli studenti (A mani vuote_B1+_S), unitamente al Worksheet con le indicazioni per gli insegnanti e le soluzioni (A mani vuote_B1+_T).

GUARDA L’ANTEPRIMA:

LEGGI L’ARTICOLO, SCARICA LE ATTIVITA’ DIDATTICHE, ASCOLTA IL PODCAST

Alla fine del 1952 Gucci apre il negozio di New York, che lo consacra tra i marchi europei più esclusivi. 

Ma due settimane dopo l’apertura ufficiale della boutique sulla Quinta Strada, Guccio Gucci muore per un attacco di cuore, mentre si sta preparando per andare al cinema con la moglie Aida. 

Secondo le sue ultime volontà, Guccio lascia tutto nelle mani di Aldo, Rodolfo e Vasco che continuano la direzione dell’azienda come sempre: Aldo concentrato sull’espansione all’estero; Rodolfo alla direzione del negozio di Milano; Vasco a gestire il laboratorio di Firenze.

Il cambio al timone della società non rallenta la notorietà e il prestigio del marchio che annovera tra le sue clienti celebrità del calibro della Regina Elisabetta II, della Principessa Grace di Monaco, di Jackie Kennedy, Sophia Loren, Elizabeth Taylor e Katherine Hepburn.

Lo stiletto si rivela una scarpa di gran moda, ma le donne si lasciano sedurre anche dalla comodità e dalla sciccheria del mocassino, reso ancora più esclusivo dal morso di cavallo dorato, creato da Aldo Gucci nel 1953.

Il mocassino Gucci è un must anche per gli uomini. Frank Sinatra, infatti, ne possiede un’ampia collezione.

Una curiosità sul testamento di Guccio. 

L’unica figlia femmina, Grimalda, il cui futuro marito aveva salvato la bottega fiorentina dalla chiusura con i soldi destinati al loro matrimonio, rimane a mani vuote e lo resterà anche dopo aver portato i fratelli in tribunale.

SCARICA LE ATTIVITA’ DIDATTICHE

ASCOLTA IL PODCAST (voce Marco Chiappini).

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi